Grest Estivo Inclusivo

Il nostro grest estivo

Quella che ci lasciamo alle spalle è senza dubbio un’estate speciale, l’occasione di sperimentarci come associazione e di far sperimentare ai nostri bambini una nuova avventura resa possibile grazie ad un lavoro sinergico che ha visto mescolarsi desideri, competenze, entusiasmo, passione, creatività e determinazione… tutti ingredienti che hanno contribuito alla realizzazione della nostra “Estate nel bosco!”.

Il desiderio, già presente da tempo, si è intensificato proprio durante l’emergenza Covid-19 che ha visto aumentare le sofferenze causate dalle inevitabili restrizioni e il limitarsi delle occasioni e delle possibilità di incontro e socializzazione, esperienze fondamentali al benessere fisico ed emotivo di tutti, soprattutto dei più piccoli.

“Estate nel bosco” nasce nelle menti di alcune mamme dell’associazione per poi trovare una concreta realizzazione grazie alla collaborazione con diverse realtà presenti nel territorio e alle competenze di professionisti formati in materia. Intento e obiettivo del progetto è stato quello di realizzare uno spazio inclusivo e immerso nella natura in cui tutti i bambini, anche quelli con disabilità, fossero liberi di partecipare.

Image
Image

Le attività realizzate

Lo scenario scelto per rendere possibile tutto ciò è stato “Il boschetto dei profumi”, azienda agricola sita a Cerreto Inferiore, nel comune di Godiasco Salice Terme, che è diventato sfondo di molte attività e giochi.

L’iniziativa, rivolta ai bambini dai 6 ai 13 anni e durata quattro settimane, ha permesso ai piccoli partecipanti di cimentarsi in attività stimolanti e con valenza terapeutica:

  1. l’ortoterapia realizzata grazie alla partecipazione dell’educatrice specializzata Margherita Volpini;
  2. la pet therapy condotta da Marta Pascucci, psicologa specializzata in IAA (Interventi Assistiti con Animali);
  3. il tiro con l’arco condotto dagli Arcieri Ardivestra di Voghera; giochi e risate in compagnia dei clown di Corsia Voghera OdV.

Tutte le attività sono state supervisionate e accompagnate dagli educatori specializzati messi a disposizione dalla Cooperativa Sociale Onlus Codams due di Voghera.

Perché il desiderio e la volontà di realizzare questo progetto?

  1. Perché il contatto con la natura favorisce l’interazione tra i bambini, promuovendone le autonomie, aiutando a contenere e gestire lo stress e aumentandone l’autostima.
  2. Perché l’attenzione ai bisogni di tutti i bambini permette di immaginare, programmare e costruire attività e giochi che garantiscano il divertimento e l’inclusione di tutti.
  3. Perché i bambini hanno avuto modo di rilassarsi in spazi aperti e immersi nel verde in cui sperimentarsi e sperimentare in un contesto stimolante ma protetto.
  4. Perché nella natura tutti i sensi sono messi in gioco da un’infinità di situazioni e oggetti che l’ambiente naturale mette a disposizione, arricchendo il bagaglio esperienziale di ciascuno.
  5. Perché attraverso l’interazione con la natura si promuove un equilibrio tra mente e corpo, tra sviluppo cognitivo ed esperienze reali e si impara a gestire situazioni e spazi nuovi.
  6. Perché quando si dà ai bambini la possibilità di stare nella natura, di interagire e instaurare un contatto intimo e diretto con essa, non si fa del bene solo ai bambini, ma alla natura stessa.
  7. Perché ogni bambino ha il diritto di partecipare con i propri tempi e i propri modi, abitando il contesto senza forzature, nell’ottica di una vera inclusione.
  8. Perché il continuo confronto, il dialogo e la contaminazione di ruoli ed esperienze di tutte le figure coinvolte permette un arricchimento e una crescita per tutti, grandi compresi.
  9. Perché credere nei propri sogni e progetti per poi vederli fiorire è possibile!

E ora che abbiamo buttato il cuore oltre l’ostacolo siamo pronti per la prossima avventura… stay tuned!